Tra gli antichi Borghi di Sessa Aurunca

Sessa AuruncaL’antica città di Sessa Aurunca sorge su un costone interfluviale di origine vulcanica, comune in provincia di Caserta che grazie alla sua posizione strategica, che gli permette controllare la costiera tra la Campania e il Lazio, fu prescelto dai Romani come colonia militare.

Ancora oggi sono visibili i resti della cinta muraria, presenti nella zona degli scavi archeologici assieme al convento di San Giovanni a Villa, ed altri resti di importanti edifici pubblici dell’età romana. Tra questi il teatro capace di contenere 5000 persone (nella foto).
Sessa Aurunca è divisa in due antichi borghi: inferiore e superiore. Il primo è nella parte meridionale della città murata medievale. Passeggiando per le vie del centro storico è possibile vedere numerosi portali che, tra il Trecento ed il Quattrocento, arricchiscono le abitazioni del borgo medievale.
Perc le strade del borgo inferiore di Sessa troviamo dei conventi costruiti tra il XIII e il XV secolo, la chiesa di San Giacomo (XV sec), la chiesa di Santo Stefano (1240) e il chiostro gotico, la quattrocentesca chiesa di Sant’Anna e la chiesa di S. Carlo Borromeo (XVII).

Il Borgo superiore di Sessa Aurunca custodisce la chiesa di S. Alfonso (XVII), oggi S. Antonio. La chiesa di S. Matteo o dell’Addolorata. Il neogotico Sedile di San Matteo, sede delle assemblee nobiliari ed amministrative fino al XIX secolo.

Nel centro della cittadina campana troviamo la chiesa di S. Giovanni e la piazza (XIII-XVIII sec.), Piazza Ercole con una monumentale fontana del 1825.

Per raggiungere il castello devi dirigerti verso una scalinata nei pressi del Municipio. Il castello va ammirato anche da piazza XX settembre. Qui trovi la chiesa dell’Annunziata. Nell’area tra il Castello e il Duomo ti immergi tra i palazzi dell’antico borgo medievale.

Il Duomo di Sessa, realizzato tra il 1110 e il 1113, è un gioiello dell’architettura romanica. Rielaborato nel XIII e XVIII secolo.