Isola di Ponza 10km nel cuore del Tirreno

Le scomodità per raggiungerla hanno favorito la conservazione, anche se nel periodo estivo è presa letteralmente d’assalto dai vicini romani e molti turisti stranieri.
Isola di Ponza
L’Isola di Ponza è una striscia di terra di origine vulcanica, lunga circa 10 km nel cuore del Tirreno. Ricca di grotte, spiagge e deliziose calette per la maggior parte raggiungibili in barca. La maggiore delle isole Ponziane comprende Ponza e le isolette di Palmarola, Gavi e Zannone, mentre il secondo gruppo di isole dista a circa 22 miglia ed è formato da Ventotene e l’isoletta di S. Stefano.

Il giro dell’Isola inizia dal Porto, un complesso realizzato durante il periodo della colonizzazione borbonica. Verso sud incontriamo le Grotte di Pilato, un murenario costruito da Romani dove è possibile visitarlo con gite guidate o con una barca.
Proseguendo il periplo dell’isola troviamo i faraglioni che difendono la rada di Ponza, la spiaggia della Parata. I faraglioni del Calzone Muto e la famosa “ultima spiaggia” del Bagno Vecchio. Famosa perchè i condannati potevano farci il loro ultimo bagno prima di morire.

La punta della Guardia, dove svetta il Faro, segna il limite sud dell’isola, una volta doppiata il viaggio prosegue lungo la costa occidentale.

Siamo nella parte più incantevole di Ponza dove le rocce lungo le falesie si alternano con colori unici. Man mano incontriamo: Punta del Fieno, Chiaia di Luna, Punta di Capo Bianco, i Faraglioni di Lucia Rosa con la sua spiaggia di ghiaia, Capo Bosco, Cala Feola con le Piscine Naturali scavate nel corso dei millenni, facilmente raggiungibili da localita Le Forna.

La piccola e affascinante Cala Fonte, Punta Beppe Antonio, Cala Felci fino a raggiungere l’estremità nord dove si passa attraverso uno stretto passaggio che separa Ponza dall’isolotto di Gavi. Proseguendo il nostro tour virtuale, tocchiamo Cala Gaetano, la spiaggia di Cala Schiavone con al centro il famoso “Spaccapolpi” un’imponente Arco Naturale, Cala Inferno, Cala del Core, spiaggia la Grotta dei Smeraldi. La Piana Bianca o Scoglio della Foca.

Girata la punta del Fortino ci troviamo ci troviamo alla spiaggia del Frontone, una delle mete più gettonate dell’isola collegata dal porto con un servizio barche o raggiungibile a piedi da località Tre Venti.

L’ultimissimo tratto comprende le gigantesche falesie che conducono fino alla Ravia e al Casocavallo, mitologici faraglione e scoglio intessuti di storie e fiabe.

Per chi viaggia in compagnia di animali l’Isola di Ponza è perfetta. Tutti gli animali vengono aaccettati e tollerati in quasi la totalità delle strutture ricettive e nelle spiagge.

Informazioni Utili per andare e tornare dall’Isola di Ponza:
> Come raggiungere Ponza da Formia
Traghetto/Aliscafo CAREMAR. (Tempo di percorrenza 2 ore e 30 minuti).
Aliscafo VETOR e Aliscafo Alilauro. (1h 10′).
> Da Anzio
Traghetto CAREMAR. (2h 30′).
Aliscafo Vetor (1h 10′).

> Da Terracina
Traghetto/Aliscafo Snap Navigazione (2h 30 e 1h 10′).

> Da San Felice Circeo
Motonave Circeo Ponza (1h 30′).

> Da Napoli
Aliscafo SNAV (3 ore).