Giro dei Castelli Valdostani

Castelli valdostaniLa Valle d’Aosta, malgrado sia la più piccola tra le regioni italiane, raggruppa all’interno dei propri confini veri e propri giganti delle Alpi come il Bianco, il Rosa e il Cervino. Inoltre è ricca di tesori e testimonianze storiche ed è particolarmente duttile e diversa in ogni stagione dell’anno.

La Valle d’Aosta 365 giorni l’anno

In Inverno, gli sportivi possono godersi la stagione bianca sciando sulle fantastiche piste di Cogne e Courmayeur, per poi tuffarsi nelle follie del carnevale.

Primavera è il tempo di riscoprire leggende antichissime custodite tra le mura di castelli medievali o per apprezzare i dipinti di chiesette sperdute in mezzo alla natura.

L’estate è la stagione perfetta per riscoprire la bellezza delle valli o per salire in quota e seguire il percorso del Trofeo Mezzalama.

L’autunno invita alla riscoperta delle tradizioni artigiane, assistendo all’entusiasmante spettacolo della battaglia delle Regine degli alpeggi.

Il giro dei Castelli, invece, è un tour medievale valido in qualsiasi periodo dell’anno, di grande fascino e valore storico, scoprendo i castelli valdostani disseminati in questa regione un po’ ovunque.

Il giro che propongo può essere preso come ispirazione per il tuo prossimo viaggio in Valle d’Aosta.

Itinerario dei Castelli della Valle d’Aosta

Il tour tra i castelli valdostani percorre la Dora Baltea. Lungo il fiume sorge tutta una serie di paesini e cittadine, ognuna, dominata da un’imponente castello.
Appena entrati nella regione, si viene accolti dall’imponente fortificazione di Bard che domina tutta la valle circostante. Tutto intorno appaiono vigneti che precedono le cime altissime delle Alpi.

Il giro continua verso il maestoso castello di Veres, una massiccia mole quadrata che domina questo tratto di valle. Ogni anno a Carnevale qui rullano i tamburi e squillano le trombe mentre vengono riaperti i suoi portoni. La rievocazione degli avvenimenti del 31 maggio 1350 prende vita. Protagonista è la nobile casata degli Challant signori della Valle d’Aosta.

Dall’altro versante sorge il castello di Issogne. Incantevole palazzo famoso per i suoi affreschi perfettamente conservati. Rappresentate nei minimi dettagli ci sono le scene di vita quotidiana e i mestieri maggiormente diffusi nel Quattrocento.

Prima di arrivare ad Aosta incontriamo il castello di Fenis, opera affascinante che con le sue torri e merlature ricorda il castello delle favole, come Castel Savoia, il più recente dei castelli valdostani. Costruito all’inizio del Novecento per la Regina Margherita.